Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Musica’ Category

Se vi ricordate circa tre settimane fa andai al cinema per un concerto.

Strano eh ? Come fanno a fare un concerto al cinema ?

Ma no… Nel senso che ridettero sul grande schermo il concerto del 2007 tenuto per la reunion dei Led Zeppelin a Londra, il cosiddetto Celebration Day. Proiezione unica in contemporanea nei cinema di mezzo mondo.

Beh, evidentemente l’accoppiata cinema/concerto va di moda.

Fra una settimana infatti toccherà ai Queen con la loro Hungarian Rhapsody, concerto tenuto a Budapest nel 1986, passato alla storia per essere stato il primo oltre cortina tenuto da un gruppo occidentale.

E la settimana dopo ecco Jimi Hendrix nel mitico Festival di Woodstock del 1969 che non ha proprio bisogno di presentazioni. L’occasione è che quel giorno Hendrix avrebbe compiuto 70 anni.

 

Altre due colonne della storia della musica da gustarsi al cine.

Che dire… “Cinemusic” arrivo !

Read Full Post »

Ottobre 2012.

Arriva.

Nel 2007, circa 21.000 fortunati lo hanno visto dal vivo, mentre altri 20 milioni hanno potuto solo provare a collegarsi su internet per comprare un biglietto, invano.

Io scrissi tutto in questo post.

Adesso ne fanno un film.

Read Full Post »

Chinese Democracy ed Helldorado

 
Oh, alla fine stavolta era vero !
Il 23 novembre scorso è uscito Chinese Democracy dei Guns n’ Roses. C’ha messo 16 anni, ma dài dài…
Ero scettico eh, e lo dissi già ad aprile e poi un mese fa.
 
Eccolo qua:
Chinese Democracy
 
E non molto prima, il 31 ottobre, era uscito pure Helldorado, ultimo album dei molto più nostrani Negrita, speranzosi di confermare i successi degli ultimi lp.
Ecco  anche questo:
 
Helldorado
 
 
Minchia, era una vita che non compravo un CD e ne ho comprati due insieme.
 
Non so come saranno, soprattutto sul primo nutro grandissimi dubbi, ma per una volta ho voluto fare uno strappo alla regola e l’ho comprato (la "regola" da quando ho internet è sempre stata un’altra…). Ad ogni modo qualche traccia l’avevo già ascoltata su internet perché… alcune vi circolano da anni…
Quantomeno i Guns mi hanno comunque piacevolmente riportato ai tempi adolescenziali, che ho riscoperto soprattutto nell’attesa del corriere (perché li ho comprati su internet dove comunque ho risparmiato dieci euro buoni per tutti e due). Quanto ai Negrita per me sono una delle migliori band del panorama musicale italiano. Del resto non ascolto quasi niente.
 
Ora non resta che ascoltarli.
E sul primo si son già aperte le discussioni
 

Read Full Post »

Fosse che fosse…

 
… la volta buona ?
 
Se lo dice anche il Corriere, se l’ha detto pure la radio (sentita ieri in auto), se dopo 17 anni han dato pure una data precisa… beh, alla fine allora vuol dire che ci siamo davvero.
Il 23 novembre uscirà Chinese Democracy dei Guns n’Roses, primo album in studio da 15 anni, il primo di solo materiale Gn’R da 17.
 
Ne parlai ad aprile, e non voglio ripetere gli stessi concetti.
Fatto sta che anche allora si parlava di "uscita imminente"… son passati 6 mesi, beh, son progressi, rispetto a 17 anni di attesa di uscite "imminenti".
 
Il fatto che mi sia messo a scrivere già 2 post sull’argomento, sembra quasi che me ne freghi parecchio.
In realtà no, anzi forse per nulla, ma un po’ di curiosità c’è in onore alla mia adolescenza di fan, ed alla fine credo pure che l’album lo comprerò (cosa che non capita spesso). Non che mi aspetti qualcosa di particolare dal prodotto, anzi, visto come è stato distrutto il gruppo e data la mancanza di certi elementi. Inoltre ho già sentito qualche traccia su internet, quindi addio sorpresa (però pensavo peggio, ad esempio "Better", niente male). Ma credo che in giro ci sia tanta di quella spazzatura musicale, che alla fine quest’album potrà fare pure la sua discreta figura.
 
Ma per mille motivi aspetterò con "profilo basso", senza particolari entusiasmi.
Soprattutto, negli anni successivi all’adolescenza, ho ri-scoperto ed apprezzato troppo i maestri ’60-’70 per strapparmi i capelli ascoltando i Guns…
Comunque fra un mese sapremo.
 

Read Full Post »

 
Democrazia e Cina evidentemente son due concetti che non possono legare.
Pensiero confermato da ciò che sta succedendo in Tibet, enfatizzato forse dal fatto che ci saranno le Olimpiadi, ed avallato dalla conoscenza di quale sia il rispetto dei diritti umani in quel paese da sempre.
 
Ma aldilà dell’aspetto sociale del concetto, Democrazia e Cina non legano neanche in musica.
 
Cominciai ad appassionarmi seriamente alla musica nel ’91, a 14 anni, quando fra amici ci divertivamo a scambiarci musicassette ed a doppiarcele. I CD erano appena comparsi sulla scena. Al massimo mettevamo soldi in comune, ed in tre amici li noleggiavamo per copiarli da chi aveva la fortuna di possedere un lettore.
Proprio quell’anno, il 1991, uscirono Use Your Illusion I e II, dei Guns n’ Roses.
Ebbi così modo di conoscere questo gruppo, farmi la discografia completa (favoloso Appetite for Destruction), ed appassionarmi alla band, tanto che divenne per 5 anni (tutte le scuole superiori), il mio gruppo preferito. Sapevo tutto: componenti della band, i loro eccessi, i testi, le date live, ecc… Ricordo di una vacanza in pullman a La Thuile nel ’92: i Gn’R avevano un concerto a Torino, una delle pochissime apparizioni in Italia, ed appena vidi l’uscita autostradale volevo scendere…
In quei 5 anni, però fui costretto ad ascoltarne i successi pregressi, perché dopo i due Use Your Illusion, i Gn’R puibblicarono giusto un "brodino" fatto di cover come The Spaghetti Incident nel ’93.
 
 
 
Poi più nulla. L’oblìo totale.
Dovuto agli eccessi della band, e soprattutto del loro leader Axl Rose, continuamente fatto e strafatto di ogni tipo di sostanza, spesso irascibile e litigioso con gli altri, e infine folle, completamente folle, da ricovero.
Fatto sta che il gruppo, almeno per come lo amavo io, si scioglie nel ’96. Cioè: il marchio resta, ma cambiano tutti gli elementi storici (anche prima qualcosa era cambiato, ma mai gli elementi base). Ad esempio se ne va il chitarrista, Slash, che per me era l’unico vero fuoriclasse, e così anche altri elementi.
Lui fonderà altri gruppi, fino ai Velvet Revolver di oggi dove suonano, guarda caso anche altri due ex-Gn’R, e non credo sia un caso che proprio il sito italiano dei Gn’R metta in home page anche il link ai Velvet. Ad ogni modo i Velvet non mi hanno impressionato granchè. Chiudendo la parentesi su Slash, segnalo che compare nell’ultimissimo album di Vasco (che non ho), uscito due settimane fa.
 
E dal ’96 in poi a guardare l’evoluzione della line up dei Guns su Wikipedia, c’è da mettersi le mani nei capelli. Dei "vecchi" Guns rimane solo Dizzy Reed (dal ’90) ed ovviamente Axl, che dopo essersi scannato con tutti, acquista il marchio e porta avanti il progetto da sè, senza mai combinare praticamente nulla, se non mettere sul mercato raccolte o cofanetti live, o realizzare concerti, a volte pure sospesi e rimandati. Tutti gli altri musicisti, anche bravi, vanno e vengono in un turn over imbarazzante.
Lo so lo fanno in tanti, pure i Deep Purple, ma i Deep hanno 40 anni di carriera alle spalle ed una marea di lp in bacheca…
 
Ma torniamo alla Cina ed alla Democrazia appunto. Cosa c’entrano con i Guns ?
 
Di fatto, deve ancora uscire un album in studio dei Gn’R dal ’93, anzi, visto che l’ultimo fu di sole cover, è dal ’91 che non esce un album di materiale Gn’R.
Ma è pazzesco pensare che è proprio da quella data che si narra che i Gn’R abbiano cominciato a lavorarci su: da 15 anni !
Ormai questo fantomatico album "nuovo di 15 anni fa" è un’autentica barzelletta del mondo della musica: Axl Rose dice tutti gli anni che "il prossimo album uscirà", "mancano pochi mesi", "è in fase di mixaggio". Ed è talmente tanto convinto che ha già fatto pure un tour di 2 anni col titolo di questo album fantasma.
I siti dei fans sono continuamente in ebollizione, spesso incazzati, a volte speranzosi.
In passato sono stati addirittura messi illegalmente on line gli mp3 di un paio di tracce.
Su internet si trovano decine di siti dedicati unicamente a questo lp. Axl ha rincarato la dose dicendo che sarà solo il primo di una trilogia con un sacco di canzoni (addirittura… ma se in 15 anni non è uscito il primo album…).
Infine l’ultima notizia, di pochi giorni fa, è che una nota azienda di bibite americana, ha promesso di regalare una lattina a tutti i compratori se l’album ce la farà ad uscire prima del 2008 ! Axl si dice contento dell’iniziativa, ma a me sembra una gran presa per il culo.
 
Di fatto è l’unico album divenuto leggenda prima ancora di uscire…
 
Ma veniamo infine al dunque: qual è titolo di questo album fantasma ?  
Chinese Democracy, appunto.  
Ancora Democrazia e Cina: evidentemente non è proprio cosa che si possa fare…
 
Anche quest’anno dev’essere l’anno buono. Leggo internet e sembra che manchi poco, pochissimo.
Vedremo, io attendo. Se hanno aspettato tanto, sarà un bell’album… no ?
In realtà non mi aspetto nulla di buono da quelli che ormai non sono più i "miei" Gn’R. Tornasse almeno Slash, sarebbe già un altro discorso.
Spero di essere smentito.
Chissà forse è destino: l’anno delle Olimpiadi, esce un album con la Cina nel titolo… ma non penso a speculazioni pubblicitarie: non si aspettano 15 anni di figuracce mondiali e tribolazioni legali varie.
 
Ah, una cosa: sapete perché Axl Rose si è scelto questo nome d’arte ?
E’ un anagramma. Vediamo chi indovina… (e non cercate su internet !)
 
PS: per eventuali inesattezze su fatti e date, chiedo scusa e rimando agli articoli che ci sono su wikipedia, senz’altro più corretti.
 

Read Full Post »

Tieni a mente Tienanmen

Purtroppo la situazione in Tibet peggiora di giorno in giorno.
Anche oggi notizie tragiche, ecco le ultime da Repubblica e Corriere.
Nel post di due giorni fa, all’alba degli scontri, azzardai "dovremmo boicottare le Olimpiadi".
Ora, siccome i politici leggono questo blog Animoticon, qualche ipotesi del genere si è levata qua e là, ma forse più per far scalpore e farsi pubblicità che altro.
Qualcun altro ha aggiunto pure "boicottiamo le merci cinesi". Ma sì, visto che ci siamo, tanto che ce frega, anzi… visto mai che si risolva pure qualcos’altro ?

Passando a tutt’altro argomento che stranamente vi si lega, gli scontri cinesi mi han fatto pensare ad un verso di una canzone dei Litfiba, scritto in memoria di un’altra agitazione del paese giallo, quella di piazza Tienanmen del 1989. Sempre di Cina si tratta.
E da questa reminescenza storico-musicale all’iniziativa "Canzoni dorsali" di Martina, il passo è stato breve.

Ecco qua.
Il Vento

L’ orizzonte e’ nello specchio
l’ orizzonte e’ dentro me
ho distrutto tutto il tempo
perche’ il tempo e’ solo mio
cielo basso sui capelli
l’ orizzonte e’ dentro me
ho scolpito sulla pelle
che chi piange ridera’.

Sono il vento,
sono libero, come il vento, sono libero
Questo mostro ha cento occhi
cento occhi come spie
ma quei bastardi ridono
mi hanno tolto mani, bocca e occhi,
occhi… occhi, occhi… occhi, occhi…
occhi, occhi…
Sono il vento,
sono libero come il vento,
senza fine ah ah ah
sono libero, sono libero
Con il cuore in quella piazza
tiene a mente Tienammen
la morte la porta la liberta’ e la violenza perdera’
e ogni gabbia uccide un uomo ma la rabbia fa’ resistere
e ha scolpito sulla pelle che chi piange ridera’.
Sono il vento, sono libero come il vento, senza fine
sono il vento, sono libero come il vento, seno libero ah ah ah.

Rispetta la mia scelta rispetta la mia scelta.

Libero, libera, libero, libera libero, libera, libero, libera.
Libero, libera, libero, libera libero, libera, libero, libera.

Sono libero

(Litfiba – Pirata, 1989)

 
img168/9274/tienanmendg5.jpg
 
l’immagine più famosa della protesta di Piazza Tienanmen
(Pechino, 15/4 – 4/6 1989)

Read Full Post »

Egalitè, libertè, mp3

 
Ieri su Repubblica è apparso questo articolo, che apre nuovi scenari sulla questione mp3, peer-to-peer, download, eccetera.
 
Lungi dall’essere una cosa sicura, come sempre accade per una legge in Italia, la soluzione (involontaria) è arrivata tramite l’espressione "opere degradate", che a sua volta fu un’introduzione per tappare un’altra falla di un’altra legge, quella sul Diritto d’Autore, risalente a dicembre.
Siccome era impossible che tale diritto, tanto doverosamente stringente sulla carta stampata, trovasse la stessa possibilità (e logicità) di restrizione su internet, fu introdotta la suddetta espressione magica "opere degradate", per permetterne la pubblicazione on-line, ammettendone la qualità inferiore ed altre caratteristiche che le differiscono dalle originali (protette da copyright). Il che invero non piacque granchè a nessuno, anche perchè se pensi di star consultando un’opera "degradata" ti vien voglia di ritirare subito le mani ed andare a lavartele. Ecche-è ? L’avete tirata fuori dalla monnezza ?
 
Ma ora la povera espressione torna utile. Sì perché i files mp3 sono degradati per natura, essendo compressi.
Quindi è lecito pubblicarli, scaricarli, condividerli on-line. TIE’ !
Questo non lo dico io ma Andrea Monti, massimo esperto di internet e diritti d’autore, nonchè credo membro della Commissione che ha redatto la legge.
 
E ora ?
A parte i casini con le eventuali cause in corso contro users scaricatori presi a caso (è successo in America se non sbaglio) e con i provider peer-to-peer, c’è da giurarci che le lobby delle case discografiche si scateneranno chiedendo modifiche. E probabilmente l’otterranno, invocandola nel sacro nome della loro guerra santa, la loro crociata: la lotta alla pirateria.
 
 
img148/6054/004941pirateriahk8.jpg
 
 
Pirateria, uno dei tanti termini abusati, buoni da (ab)usare per avere sempre ragione.
Dico, se uno scarica da internet per uso privato, senza lucrarci sopra, è pirateria ? Per me no. Non ti tolgo mercato: uso un canale diverso per avere un "bene", e siccome questo canale è gratuito e nessuno ci lucra, non faccio parte di nessun giro piratesco. E’ un po’ come se avessi milioni di amici pronti a prestarmi una cosa. Me la danno e me la copio. E quindi idem se si masterizza un CD originale per ascolto personale.
Vi ricordate quando negli anni ’90 si duplicavano le cassette da un’altra cassetta originale (o da un CD) prestata da un amico ? Allora evidentemente era pirateria anche quella, ma che c’era tutto ‘sto casino ? Un po’ sì… perché vietarono il noleggio di CD e cassette, ma non si sa in nome di quale cappero di diritto d’autore, visto che i film invece continuarono e continuano ad essere noleggiabili !
 
E’ sicuro che queste lobby vorranno la modifica della legge.
Ma se modificassero anche loro i prezzi di CD e quant’altro, non ci sarebbe forse anche meno "pirateria" ?
Mai pensato ?
 
Technorati Tags: , ,

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: