Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘renzi’

E va bene c’è un vincitore, anzi uno stravincitore.

Il PD ha quasi doppiato Grillo, anzi forse è più giusto dire che Renzi ha quasi doppiato Grillo, ed è quasi una convalida della tesi di chi sosteneva che se nelle elezioni politiche del 2013 ci fosse stato lui e non Bersani forse finiva diversamente.

Vabbè, è anche vero che in questi mesi ha avuto modo di farsi pubblicità, però rimane un fatto: il PD è l’unico partito che ha guadagnato voti rispetto a quelle elezioni (sembra circa 800.000 voti in più), mentre M5S e Forza Italia ne perdono rispettivamente 3 milioni e 5,4 milioni.

Una marea di voti persi a favore di… nessuno. Perché il vero dato, che si rafforza rispetto alle politiche, è l’astensionismo.

Già il 75 % del 2013 sembrava una tragedia rispetto alle percentuali solite a cui siamo bituati… e allora il 58.7 % di queste europee ? Significa 41.3 % di astenuti, più dei voti del PD stravincitore.

Si dirà ma son europee… cinque anni fa ci fu un comunque basso 66,3 %. E allora perché esaltarsi tanto ?

E comunque il 66,3 % era basso sì, ma non così basso.

Anche perché stavolta le elezioni avevano l’aiuto importante della concomitanza delle comunali in più di 4.000 comuni italiani. E se poi dovesse venir fuori che la maggior parte di essi son comuni storicamente “rossi”, diciamo che qualcuno partiva con un bel traino a favore.

Solo altre elezioni politiche diranno la verità. A meno di ribaltoni politici, dovrebbero esserci nel 2018.

Un tempo sufficiente per:

– a Renzi mantenere tutto quello che ha promesso e confermare il dato di ieri, o almeno andarci vicino;

– a Grillo cambiare strategia per riprendesi voti, abbassare i toni, magari collaborare un po’ di più, ma senza buttar via quanto costruito finora in termini di consenso, visto che oggi come oggi rimane comunque il secondo partito italiano;

– a Berlusconi ed ai suoi vista la parabola discendente sempre più ripida e rapida, ma anche a tutti gli altri partitini che tutte le volte lottano contro la soglia di sbarramento, farsi delle belle domande dandosi risposte sincere…

A tutti, cercare di ridare fiducia nella politica agli italiani per riportarli alle urne.

 

Read Full Post »

Non che abbia molto da dire se non l’idea, venuta a molti, che se Renzi non diventava Presidente del Consiglio, nessuno forse ci avrebbe mai pensato.

Matteino ha proposto Firenze come sede del G8 (pronounced: Gi-Otto) del 2017.

680 anni prima, nella stessa città, un altro Giotto dava il via alla costruzione di un famoso Campanile.

Sì lo so non c’entra un cazzo, ma non ho resistito al gioco di parole 🙂

E soprattutto a breve Roberto Giacobbo condurrà una puntata speciale di Voyager su questo mistero.

Read Full Post »

Come già accaduto lo scorso anno, la notte che ha preceduto il 1° maggio a Firenze si è tenuta la Notte Bianca.

Ormai sta diventando un marchio di fabbrica del Renzi che sta facendo di tutto per rivitalizzare le notti fiorentine.

Solo dieci giorni fa, il sindaco di Firenze s’era preso i rimproveri del priore di Santa Croce in quanto gli aveva piazzato il palco di MTV sul sagrato in occasione dei Trl Awards. Meglio per tutti che Lady Gaga alla fine non si sia fatta vedere, capace che s’inventava qualche sexy show davanti alla basilica. E pure un mesetto fa, il Renzi aveva tri-colorato ben bene la città in occasione del 150° anniversario italiano.

Fatto sta che lo scorso anno in occasione della prima notte bianca renziana, ci fu un macello incredibile di gente; chi arrivava da fuori Firenze si dovette sorbire ingorghi, file ed un mare di casini vari per arrivare  in centro (vedi assalti alla tramvia in formato simil-scatola-di-sardine).

Io tanto ero in centro già per la cena, tiè ! Le strade erano piene di gente festante, ma per vedere i vari eventi organizzati dovevi prenotare e ti sorbivi comunque ore di fila.

Fu bello vedere Firenze viva… ma quanta fatica !

Quest’anno il bis. Ed anche quest’anno tanta gente; ogni angolo del centro proponeva qualcosa, dal piccolo concertino di strada al grande evento in Palazzo Vecchio, ai tanti altri palazzi e musei ad ingresso libero.

Personalmente sono andato a vedermi alcuni tasselli del mio personale puzzle fiorentino che ancora mi mancavano: la Sinagoga Ebraica, il Museo Marino Marini e la Chiesa di Orsanmichele. Oltre ovviamente all’immersione nella calca umana del centro storico, che devo dire, mi è sembrata molto più ordinata dello scorso anno e comunque sempre molto vivace e gioiosa.

La Sinagoga era l’obiettivo principale: non c’ero mai stato e la sua maestosità, impreziosita anche dall’illuminazione notturna, m’ha subito impressionato. Così come mi ha impressionato la fila, tanto che abbiamo dovuto rimandare l’ingresso in un secondo tempo. Quando finalmente siamo entrati, kippah in testa e via.

La Sinagoga di Firenze

Il Marini è stata una scelta estemporanea, dato che girellando per la città ci siamo ritrovati lì vicino, e personalmente è stata una bella scoperta.

Orsanmichele infine ha fiaccato le mie gambe ma ne è valsa la pena. Chiesa – bellissima – al primo piano, museo  – con concerto di archi incluso – al secondo ed al terzo piano, su su fino in cima, salendo le scale di uno dei palazzi più alti di Firenze. Ed è da lassù, dai finestroni larghi per tutti i quattro lati del palazzo, che si può ammirare tutta la città dal suo centro.

Cosa particolare: per andare al secondo ed al terzo piano bisogna… cambiare palazzo: si passa infatti dalle sale della Società Dantesca Italiana posta proprio di fronte e collegata alla chiesa da un passaggio a mo’ di ponte, come si intravede dall’immagine sotto.

Chiesa di Orsanmichele

Ah dimenticavo infine il salto in Palazzo Strozzi dove era stata allestita una curiosa installazione artistica fatta interamente di scotch.

Numen / For use

Insomma alla fine la Notte Bianca 2011 m’è piaciuta forse più di quella del 2010. E poi “bianca” è stata per gli altri: io all’una ero già tranquillamente a letto… di far colazione alle 6.00 in Palazzo Vecchio proprio non m’interessava !

In queste occasioni cerco sempre di mettermi nei panni di un turista straniero che per puro caso vede Firenze così la notte che arriva in città… chissà cosa pensa ! Poi il giorno dopo, ovviamente, si sorbisce il mortorio… ma tant’è.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: